Eventi Camerata Ducale e Nova Coop allo Spazio Lux di Torino

Spazio Lux di FiorFood Galleria S. Federico, 26 Torino

giovedì 7 ottobre, ore 19

Concerto On Demand

Trio di fiati dell’Orchestra Camerata Ducale Alessandro Longhi flauto

Luca Vacchetti fagotto

Nelson Nuñez oboe

giovedi 14 ottobre, ore 19

Concerto On Demand

Quartetto d’archi dell’Orchestra Camerata Ducale Francesca Ripoldi violino

Fabrizio Berto violino Tessa Rippo viola Lorenzo Salmi violoncello

giovedi 21 ottobre, ore 19

Le Violon Noir

Incontro con il violinista Guido Rimonda

La musica protagonista a Fiorfood

Incontro produttivo e virtuoso, quella tra la Camerata Ducale, organizzatrice del Viotti Festival di Vercelli e tra i protagonisti del panorama musicale piemontese, e Nova Coop, sponsor storico del Festival e realtà da sempre molto attenta al settore culturale.

All’interno del raffinato concept store di Nova Coop in Galleria S. Federico 26, nel cuore di Torino, si trova lo Spazio Lux, un ambiente intimo ed elegante espressamente dedicato agli eventi culturali.

E proprio qui, al primo piano di uno degli scorci più affascinanti della città e in “fusione” con il Ristorante by La Credenza (dove lo chef Piero Pulli mescola i sapori genuini del territorio con l’internazionalità partendo dalla qualità dei prodotti Coop), il Caffè Fiorfiore e il Bistrot by

Fiorfood, prenderanno vita in ottobre – sempre alle ore 19 – due concerti e un incontro musicale di grande originalità e interesse.

Una minirassegna che inizierà giovedì 7 ottobre con il Concerto On Demand del Trio di fiati dell’Orchestra Camerata Ducale, composto da Alessandro Longhi al flauto, Lorenzo Mastropaolo al fagotto e Nelson Nuñez all’oboe. Seguirà, una settimana più tardi, giovedì 14 ottobre, il secondo Concerto On Demand, affidato questa volta al Quartetto d’archi sempre dell’Orchestra Camerata Ducale, con protagonisti Francesca Ripoldi e Fabrizio Berto al violino, Tessa Rippo alla viola e Lorenzo Salmi al violoncello.

Si tratta, come accennato, di Concerti On Demand: sarà infatti compito degli spettatori scegliere, proprio come si ordinano i piatti in ristorante, i brani da eseguire all’interno di un ampio “menu” che spazia da Bach a Ennio Morricone. Il vero artefice del concerto, della durata di circa 30 minuti, sarà dunque proprio il pubblico.

E per chiudere in bellezza, giovedì 21 ottobre gli spettatori potranno incontrare uno dei più importanti violinisti italiani: Guido Rimonda. Artefice della riscoperta di G. B. Viotti – il più importante compositore piemontese di sempre-, noto anche a livello mediatico per le sue presenze in importanti trasmissioni televisive, Guido Rimonda racconterà al pubblico una storia unica, ricca di fascino e di mistero: quella del suo violino, lo splendido Stradivari Leclair 1721, detto Le Violon Noir, al cui suono cristallino è legato addirittura un fatto di sangue mai risolto avvenuto quasi due secoli fa.

Tre occasioni per celebrare l’eccellenza, offerte agli avventori di Fiorfood in modo assolutamente gratuito, per le quali è tuttavia necessaria la prenotazione, da effettuare scrivendo a biglietteria@viottifestival.it.

Condividi sui Social

Articoli recenti