“L’Arte si fa sentire”: ad ottobre ritornano gli attesi appuntamenti al Museo Borgogna

Dopo la pausa estiva il Museo Borgogna ha riaperto con una ricca progettualità che accompagnerà i visitatori nei prossimi mesi, a partire dagli attesi appuntamenti de “L’Arte si fa sentire”.

La rassegna, che da 20 anni accompagna il pubblico alla scoperta non solo delle collezioni ma anche del patrimonio cittadino e di diverse forme d’arte, ricomincia a partire dal 2 ottobre grazie al partenariato con molte realtà.

L’intera rassegna è sostenuta dai biglietti dei partecipanti, dal contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, di Fondazione Cassa di Risparmio di Torino (bando “Cantieri diffusi”) e del Comune di Vercelli.

La programmazione culturale è condivisa con la Società del Quartetto, la rete MUVV, il progetto “Dedalo vola” (nell’ambito del progetto Well Impact di Fondazione Compagnia di San Paolo), UPO e Asl Vercelli.

Ospitiamo iniziative in rete con:

– la Società Storica Vercellese in occasione del VIII Congresso storico Vercellese che si terrà dal 24 al 26 novembre;

– un percorso espositivo con opere fotografiche di Salvatore Giò Gagliano ispirate alle opere del Museo Borgogna e commentate da Lorella Giudici, in occasione della nuova edizione a titolo benefico di “Letterature urbane 7.0”;

– una rinnovata sinergia con Piemonte dal Vivo e l’Officina teatrale degli Anacoleti per la rassegna teatrale 2022/2023 legata al bando “Corto Circuito”.

 

Iniziamo in movimento

Il primo appuntamento, domenica 2 ottobre alle 15, inizia con un po’ di movimento visto il successo della camminata dedaliana dello scorso aprile nei Musei cittadini. Il museo al pubblico una “camminata culturale” speciale, ideata e realizzata in occasione dei 200 anni del collezionista.

Verrà raccontata la filantropia del fondatore e collezionista Antonio Borgogna, attraverso la ricchezza della sua collezione d’arte esposta in museo e si ripercorreranno le tracce del suo mecenatismo artistico in Città per la realizzazione di diversi monumenti. L’esperienza Due passi con Antonio Borgogna, guidata da Cinzia Lacchia (conservatrice) e da Alessia Meglio (schedatrice del Museo), è compresa nel biglietto d’ingresso; è richiesta la prenotazione al numero 389.2116858.

 

Spazio ai più giovani

Come sempre il Museo ha uno sguardo attento ai più giovani nell’ottica di educazione al Museo e al patrimonio. Per questo motivo la Sezione educativa parteciperà, domenica 9 ottobre alle 15 all’evento nazionale F@Mu (Famiglie al Museo) con il laboratorio Facce da Museo: uguali ma diverse!

L’attività è proposta per bambini dai 4 anni e alle loro famiglie, in modalità di collaborazione adulto/bambino. Su prenotazione.

Altro appuntamento molto richiesto per i più giovani è il laboratorio di Giochi d’Arte per Halloween: un pomeriggio “da brivido” in cui tradizioni religiose si incrociano con note di folklore fino al momento creativo finale. Per bambini dai 4 anni e i loro accompagnatori. Appuntamento il 26 ottobre alle 16.45, previa prenotazione. Gli appuntamenti rivolti ai più piccoli sono a cura di Roberta Musso e Giulia Enrico.

Scoprire il Museo e i suoi tesori

Due gli appuntamenti da non perdere per conoscere meglio il Museo e le ultime novità.

Domenica 16 ottobre alle 15 il Museo propone la visita guidata compresa nel biglietto d’ingresso: da questo mese verrà presentato un percorso tematico, per approfondire alcuni aspetti della collezione.

Un altro momento di approfondimento e scoperta delle novità sui lavori in corso, sarà la visita al “Cantiere aperto” della Sala Araba. Domenica 30 ottobre alle 15, Cinzia Lacchia, la conservatrice del Museo, presenterà, insieme ai restauratori, i risultati parziali del lavoro nel cantiere che ha riaperto ad inizio settembre grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli (bando “Restauri con Arte”) e di Fondazione Cassa di Risparmio di Torino (bando “Cantieri diffusi”). Appuntamento su prenotazione compreso nel biglietto d’ingresso al Museo.

“L’Arte racconta la pelle” con Dedalo vola

Giovedì 27 ottobre alle ore 17.30 il Museo propone l’appuntamento a ingresso libero L’Arte racconta la pelle, primo degli appuntamenti calendarizzati insieme ai Musei MUVV per il ciclo “Medicina e arte in dialogo”, inserito nel progetto “Dedalo vola”.

Il dermatologo Tullio Silvestri, con il supporto di proiezioni di immagini, applicherà le tecniche di iconodiagnostica (la capacità di riconoscere nelle opere d’arte i particolari che orientano verso una specifica patologia) a diverse opere d’arte per individuare i segni di diverse malattie. E’ gradita la prenotazione.

 

Dal Museo a Venezia: un viaggio musicale

Per la stagione musicale della Società del Quartetto, sabato 22 ottobre alle 21, il Museo accoglie il concerto Gli splendori cromatici di San Marco a Venezia, parte del programma “Antiqua Vercelli”. Ad esibirsi nel Salone del Museo sarà l’Ensemble “Il soffio di Orfeo”, composto da Enrico Negro, Simone Telandro e Pino Guidarelli alle trombe naturali, Marco Tempesta e Roberta Pregliasco ai tromboni rinascimentali. Musiche di Giovanni Gabrieli, Girolamo Fantini, Johan Herman Schein, Johann Christoph Pezel. Prenotazioni e biglietti al numero 0161.255575.

E a novembre…?

Anche novembre sarà un mese ricco di incontri e occasioni interessanti, a partire dall’atteso laboratorio di acquerello dedicato ad un pubblico adulto, condotto dall’artista naturalista Lorenzo Dotti. Dopo il grande successo dell’appuntamento primaverile, Dotti proporrà un laboratorio ispirato al capolavoro divisionista di Angelo Morbelli “Per 80 centesimi!”, domenica 6 novembre dalle 10 alle 17; vista la grande richiesta è già possibile prenotare per la giornata al numero 389.2116858.

 

Per le attività del Museo la prenotazione è sempre richiesta al numero 389.2116858.

Biglietti per le attività e gli eventi de “L’Arte si fa sentire”:

intero 10 €

per Giochi d’Arte e attività con famiglie: bambini 5 €; accompagnatori 3 €

Abbonamento Musei e Torino + Piemonte Card: passaggio tessera valida + 5 €

Condividi sui Social

Articoli recenti