Approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2019

Prorogata al 31 maggio la scadenza per la presentazione delle domande nella prima sessione 2020
23 marzo 2020
Nominato il nuovo Presidente della Fondazione
23 aprile 2020

Approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2019

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa Risparmio di Vercelli ha predisposto il progetto di bilancio di esercizio del 2019.

“Sono consapevole che parlare di cifre e di risultati mentre il Paese ed il nostro territorio – commenta il presidente Fernando Lombardi – sono stati vittime di una così drammatica tragedia possa apparire poco opportuno, ma sono peraltro convinto di quanto sia importante per le nostre istituzioni e le nostre comunità sapere di poter contare su un soggetto solido e disponibile ad azioni di sostegno sia nell’emergenza che nell’auspicata fase di ripresa.”
Il 2019 è stato per la Fondazione un anno molto positivo e contrassegnato da alcuni eventi di assoluta straordinarietà.

In dettaglio:

– l’avanzo di esercizio è più che raddoppiato toccando i 5.374.916€ contro i 2.134.596€ del 2018

– il livello delle erogazioni di 2.881.349€ è perfettamente allineato agli esercizi precedenti ed è stato così suddiviso nei settori di intervento:

ARTE e CULTURA 1.218.885€ (42,3%)
 

ISTRUZIONE e FORMAZIONE

 

214.750€

 

(7,4%)

 

ASSISTENZA SOCIALE

 

424.000€

 

(14,7%)

 

VOLONTARIATO e FILANTROPIA

 

442.675€

 

(15,4%)

 

SVILUPPO LOCALE

 

389.909€

 

(13,5%)

 

SALUTE PUBBLICA

 

129.030€

 

(4,5%)

 

ATTIVITÀ SPORTIVA

 

62.100€

 

(2,2%)

 

– gli attivi dello stato patrimoniale sono cresciuti da 121.929.273€ a 125.578.403€ mentre il patrimonio netto si è incrementato dello 0,92%

– in conseguenza della ben nota operazione di riassetto del gruppo bancario Cassa Risparmio di Asti, la Fondazione ha ceduto la propria partecipazione in Biverbanca, divenendo azionista della capogruppo con una quota pari al 4,194% del capitale azionario per un controvalore di poco superiore ai 31 milioni di euro. Tale partecipazione consentirà alla Fondazione di esprimere un proprio rappresentante nel CDA della Cassa di Risparmio di Asti, garantendo un importante presidio a tutela del nostro territorio. L’operazione ha comportato la realizzazione di una plusvalenza superiore a 4 milioni di euro.

– il Fondo di stabilizzazione delle erogazioni ha superato l’importo di 3 milioni di euro, il livello più elevato dell’ultimo decennio.

– è stato altresì potenziato il patrimonio immobiliare con l’acquisizione di un prestigioso immobile in Vercelli, Villa Bertinetti, destinato ad ospitare un centro diurno per i malati di Alzheimer, per il quale sono già state ottenute le autorizzazioni di Comune, ASL e Regione Piemonte, mentre il progetto esecutivo è ormai ultimato.

– nel giugno 2019 ha formalmente iniziato la propria attività la Fondazione di comunità della Valsesia, costituita d’intesa con Compagnia San Paolo e principali Comuni della valle. In pochi mesi la Fondazione è divenuta protagonista assoluta dell’attività filantropica del nostro territorio, ottenendo straordinari risultati dapprima per la dotazione di apparecchiature per l’ospedale di Borgosesia e poi nella recente raccolta fondi in occasione dell’emergenza Covid-19 (superato il milione di euro).

– in ottobre è stata presentata MUVV, la rete museale di Vercelli e Valsesia, anch’essa sostenuta in partenariato con Compagnia San Paolo, che punta allo sviluppo di iniziative comuni tra i musei, azioni di ricerca bandi e progettazioni, stimolo all’attività di fundraising e ricerca sponsor.

– è stato attivato, con una dotazione di 210.000€, l’hub sociale intitolato ad Andrea Raineri, che formerà e garantirà un’opportunità lavorativa a 35/40 tra i soggetti più fragili delle nostre comunità.
– infine oltre 40 sono state le occasioni di utilizzo nell’anno della nuova sala convegni, messa a disposizione gratuitamente di associazione, eventi culturali, ordini professionali ecc.

Termina il Presidente Lombardi “in conclusione è doveroso sottolineare che nel primo trimestre del corrente anno la Fondazione ha sostenuto il sistema sanitario con un impegno economico che supera i 500.000€, suddiviso in apparecchiature sanitarie all’avanguardia per gli ospedali di Vercelli e Borgosesia, nella ‘adozione’ di un medico rianimatore per il prossimo quinquennio destinato alla nostra ASL, in un intervento di 230.000€ per l’emergenza Covid-19, alla qualificazione strutturale del Trompone a Moncrivello, alla Croce Rossa di Vercelli ed altri minori. La Fondazione è quindi al fianco delle istituzioni e dei soggetti più deboli, come sempre con azioni concrete.”